ITEMPIEIVERSI

Tag: poesia

…ancora esodi scalzi…

Pastello su carta di Ennio Abate che ringrazio "fanciulla cane prato"

“fanciulla cane prato” – Pastello su carta di Ennio Abate che ringrazio- da narratoriografico.wordpress.com

A completamento della precedente riflessione ospito questa poesia dell’amico Sandro Sardella che ringrazio. Altre se ne possono aggiungere…

Mediterranean still-life

 

giacevano lì,

tra roccia e sabbia,

grandi scialuppe,

orfane senza onde

senza tempeste

 

giacevano

con colori scavati

con legni disossati

con lamiere corrose
giacevano

vecchie dimenticate

arenate

 

c’erano papaveri

dai superbi petali di seta

 

gocce di sangue

di farfalle che

non hanno potuto

volare

Appunti di una discussione…

genova

Genova…girando nei vicoli, la foto è mia…

 

Ho avuto l’occasione di essere a Genova sabato 20 giugno mentre si teneva il 21° festival internazionale della poesia “Parole spalancate” il cui tema, certamente impegnativo, era: “la ricostruzione poetica dell’universo”. Ho partecipato dunque all’iniziativa “Qui e ora, conversazioni su poesia e critica al presente”.

Il filo conduttore dell’evento, declinato in più forme, è stata la denuncia della scomparsa dal panorama della poesia contemporanea, della funzione critica.

Leggi il seguito di questo post »

Segnalazione

copertina-SignorNo-fronte-658x1024

Venerdì  24  aprile,  0re  18.00

sede  Arci  di  Varese, via Monte Golico 14,

presentazione  del  libro “SignorNò”

a cura di Marco Cinque e Phil Rushton, prefazione di Margherita Hack.

con  i  poeti  e le poesie di Sandro Sardella e Ferruccio Brugnaro

Una antologia a tema quanto mai necessaria e opportuna in questi tempi di guerre dichiarate o meno, che si consumano ormai quotidianamente nei mari che ci circondano. Una antologia per un fare poesia come denuncia e impegno. Le  parti  più  interessanti  di questa  raccolta  sono  quelle  dedicate  alle testimonianze  dei  veterani  di  guerra statunitensi  e  dei  refusnik (obiettori  di coscienza)  israeliani.  Gerald  McCarthy, marine  in  Vietnam  nel  1966-67  e  disertore, scrive ne Il rumore delle armi: «Sette inverni sono  scivolati  via  /  ma  la  guerra  mi  segue ancora. / Mai in nessun caso ho trovato / un modo per liberarmi dei morti».

Ancora sulle antologie…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Fuoco elemento 3 – opera di Francesca Bagnoli che ringrazio per la gentilezza

Riprendo ancora una volta la riflessione sull’antologia poetica Varesina per approfondire alcuni spunti. La decisione di non parteciparvi l’ho voluta condividere a suo tempo non solo con i promotori ma anche con chi è stato coinvolto dal  progetto. Non mi ha stupito non avere ricevuto da nessuno/a alcun cenno di riscontro, neanche su un piano personale, nonostante avessi dato indicazioni per approfondire quelle che erano le mie opinabili argomentazioni, per una scelta assunta nell’incertezza di fare effettivamente la cosa giusta. Mi conferma che lo scrivere poesie non sia un elemento unificante e aggregante le persone, al massimo una cornice che fa da contenitore di tante sensibilità e aspirazioni diverse. Leggi il seguito di questo post »

c’è un vuoto lunare…

brunella-organetti

disegno di Enrico Brunella

 

C’è un vuoto lunare cieco e assoluto
che non ci lascia soli

che non ci fa pensare fino
al prossimo urlo muto

come polvere della terra
quella sull’acqua che resta da bere

quella che stride nei denti essiccati
dell’ultimo giorno di guerra

 

pubblicata negli “organetti”

Gaele Edizioni 2014

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: