Senza titolo 2021

non c’è da parlare a questa nazione
non c’è la stoffa non c’è una pancia
da ascoltare
il sogno non è reale il fumo
non migliora 	fa male – continua greve
a bruciare l’aria
è possibile aprire l’acqua - da bere schivare le frane
essere contenti delle distorsioni
dei lividi slogati 	delle ginocchia senza occhiali – 
volano gli stracci da est da ovest
riusciamo ad aprire le ante infilare
gli anelli per pensare 		e bestemmiarsi 
addosso sul sistema decimale gli almanacchi
delle svolte dei tornanti i bagagli
da finire - ridere del ridicolo - dei best-seller di come vanno le cose
come tornano in gola come contano i progetti
lasciamo le ante aperte – facciamo pane
non si capisce quello che accade altri
lo capiranno forse figli e nipoti gli animali
ecco la tara di chi sopravvive la rivoluzione dei sonetti.